Linea Verde

Veneto che bellezza!

(none)

Un viaggio in Veneto per una puntata dedicata alla bellezza. Lo propone “Linea Vedre”, in onda domenica 20 febbraio alle 12.20 su Rai 1. Beppe Convertini e Peppone ricevono un’investitura solenne dalla Confraternita del Prosecco per affrontare il loro percorso. Si parte da Cartizze, nel cuore delle colline tra Conegliano e Valdobbiadene. Un paesaggio tra i più preziosi d’Italia riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’umanità proprio per il lavoro costante e sapiente degli agricoltori che attraverso i secoli ne hanno modellato le forme. Come uniche sono le forme create da Antonio Canova, il più grande scultore del Neoclassicismo, nato a Possagno dove il conduttore andrà a visitarne la casa, la Gypsotheca e il maestoso Tempio. Sono passati duecento anni dalla morte del Canova, ma il suo ideale di bellezza rimane eterno. Il bello è presente anche nella fabbrica dove nascono tessuti circondati da opere d’arte e nei vetri soffiati che si ispirano alle meraviglie degli abissi. Si andrà anche a vedere come nasce uno stracchino fatto come si faceva una volta, tutto grazie alla dedizione di tre sorelle. Peppone arriverà a Bassano del Grappa per andare a curiosare in una cooperativa sociale famosa per la bontà e la cura dei suoi prodotti da mangiare. Anche qui parola d’ordine: bellezza!
Lungo il suo viaggio farà degli incontri rari con persone la cui ricerca della perfezione, creatività e curiosità sembrano non esaurirsi mai. Peppone si troverà faccia a faccia con chi ha fatto della distillazione la sua arte e con il più giovane chef ad aver ricevuto tre stelle Michelin che oggi si cimenta con il fast food per nutrire la mente. Chi saranno i futuri custodi di questo territorio e della sua unicità, gastronomica e non? Convertini andrà a incontrare i ragazzi della scuola professionale regionale di Valdobbiadene. E per chiudere in bellezza, insieme a Peppone incontrerà i maestri dello spiedo!

Fonte: Ufficio Stampa Rai