Cose Nostre, su Rai 1 “Nel nome dei figli”

La ribellione di due donne alla criminalità foggiana 

Due madri hanno trovato il coraggio di strappare il velo di paura e di omertà intorno alla mafia foggiana per proteggere i figli e sottrarli alla vita criminale a cui erano destinati. La loro storia nella puntata “Nel nome dei figli” di giovedì 26 agosto di “Cose Nostre”, alle 23.40 su Rai1, per portare alla luce la spietatezza di una organizzazione mafiosa meno nota ma non per questo meno crudele. Il racconto comincia con Rosa, prima complice degli affari illegali delle famiglie criminali del Gargano e condannata per associazione mafiosa, poi capace di cambiare e diventare la principale collaboratrice di giustizia nei processi contro questa mafia senza nome, pur di salvare i suoi quattro figli. Storia di oppressione invece quella di Maria, convivente di un feroce boss del basso tavoliere da cui viene segregata in casa, malmenata e torturata. Un giorno, per amore del figlio in grembo, riesce a fuggire e decide di testimoniare. Due donne coraggiose che sono riuscite a mettere sotto scacco la Quarta Mafia.

Fonte: Ufficio Stampa Rai