PAROLE E SECONDO CERVELLO: COSA E? PER TE IL CORONAVIRUS?

Author

Categories

Share

PAROLE E SECONDO CERVELLO: COSA E? PER TE IL CORONAVIRUS?

Armando Ingegnieri

 

L?uso delle parole, specialmente per la Second Brain Psychology, hanno un effetto molto alto? sulle persone, che siano pronunciate o ascoltate, e sopratutto quelle sulle quali riflettiamo? di giorno e di notte.

 

Perch? questo?

 

Il Secondo Cervello,? il cervello della pancia,? registra tutto ci? che ascoltiamo, vediamo, o che percepiamo con tutti i sensi, e quando riflettiamo attentamente a una parola o ad un concetto, lo scriviamo dentro di noi, pi? e pi? volte in base alle volte che ci riflettiamo, come se scrivessimo letteralmente su un foglio pi? e pi? volte la parola o il concetto.

 

L?ascolto, o la formulazione di pensieri e l?espressione di essi agli altri attraverso le parole, si traduce in una comunicazione che facciamo? con la parte pi? profonda di noi stessi.

 

Queste informazioni registrate? e depositate? nel? Secondo Cervello, e fornendo input al Cervello della Testa in base alle parole o ai? concetti registrati dentro di noi.

 

Se so di avere un nemico, la formulazione dei miei pensieri, e? parole, andranno in una certa direzione, e cercher?? le informazioni per difendermi oppure cerco qualcosa per? screditare la sua forza.

 

Quando si sente la minaccia di qualcuno o qualcosa,? la paura aumenta, sopratutto se non posso vedere cosa cosa ? che mi minaccia in modo da poterlo affrontarlo,? questo fa che si? che la? paura aumenti e si trasformi in ansia, e si finisce per definendo questo qualcuno o qualcosa ?nemico?.

 

Pi? ? alto il livello della paura, pi? il corpo diventa teso, pronto? per? affrontare? qualcosa o qualcuno.

La paura crea una rigidit? che, in alcuni, crea uno stato di rallentamento o reticenza o addirittura? di sottomissione, mentre, in altri ,di attivazione di velocizzazione, o addirittura di esplosivit?, in base alla propria Matrix Emotiva della persona e al suo vissuto, specialmente sul piano emotivo.

 

Come possiamo abbassare il livello di paura, sopratutto adesso che dobbiamo uscire da un luogo protetto ed affrontare le persone?

 

Si deve passare dal pensare al coronavirus come? nemico al pensarlo semplice virus da rispettare con delle sue regole e bisogni.

Questo lo si pu? fare cambiando la? comunicazione con noi stessi e? con gli altri, passando dalla paura e dallo screditamento del nemico al rispetto per questo? Covid19.

 

Come possiamo fare questo cambiamento?

 

Innanzitutto, con la giusta formulazione di pensieri, parole, e azioni ,in modo da? comunicare? sia all?esterno che dentro di noi, alla parte pi? profonda di noi ossia alla mente inconscia del nostro Secondo Cervello, per creare un? stato d?animo di serenit? e sicurezza cosi da modificare lo stato di paura.

 

Pu? darci degli esempi?

 

S?, ma? o far? dal vivo in diretta Mercoled? 29 Aprile? alle ore 18.00? sulla pagina? Facebook della FICLU ( Federazione Italiana dei Centri e Club per l?Unesco)? e? dal mio account? e pagine Facebook? il video sar? in seguito caricato sul mio canale YouTube di Armando Ingegnieri . Per ulteriori informazioni Via Taranto 132 Roma 06 70614027 –

3483242079

Armando Ingegnieri Psicologo fondatore della Second Brain Psychology/ Psicologia del Secondo Cervello.

Autore dei libri: L?individuo e la Psicologia del Secondo Cervello

In Inglese :You Me and Second Brain Psychology

 

Author

Share