SU RETEQUATTRO: I LEGNANESI CON I “SIGNORI SI NASCE E………. NOI!”

Author

Categories

Share

?Ringhiere che si snodano su ballatoi, scale consunte dal saliscendi di generazioni e generazioni, ogni porta ? una stanza, spesso l?unica: il vicino ? cos? vicino che vive con te. Riflettori, prego: ? di scena il cortile lombardo?.

Una storia di ringhiera in cui risate, gioie e preoccupazioni si intrecciano tra l?ormai celebre cortile della famiglia Colombo e le strade di Napoli:?Retequattro?porta per la prima volta in tv ?Signori si nasce? e noi??, in onda?mercoled? 26 giugno in prima serata alle ore 21.25, lo spettacolo de ?I Legnanesi? che nella stagione 2017/2018 ha collezionato oltre 160.000 spettatori in tutta Italia e oltre 62.000 solo al Teatro della Luna di Milano.

Esempio pi? celebre di teatro?en travesti?in Italia, da 70 anni I Legnanesi appassionano il pubblico con una comicit? unica nel suo genere: un tuffo nel passato per ricordare e riscoprire la cultura popolare e, al tempo stesso, raccontare storie e debolezze della societ? di oggi. Tradizione e attualit? in ?italian-dialetto?, un mix di italiano e dialetto lombardo che costituisce una delle cifre pi? caratteristiche della compagnia.

Protagonista assoluto il collaudatissimo trio composto da?Antonio Provasio?(La Teresa),?Enrico Dalceri?(La Mabilia) e?Luigi Campisi?(Il Giovanni), che portano in scena vere e proprie ?maschere? create nel 1949 da Felice Musazzi. Teresa ? la tipica donna di cortile, alle prese ogni giorno con litigi sul lavoro o tra i vicini e sempre pronta a vessare la sua vittima prediletta, il marito; Mabilia, la figlia zitella, incarna il clich? della donna sempre al di sopra delle proprie aspettative e col sogno di diventare una soubrette, che si ispira a Wanda Osiris e alla ?rivista all?italiana?. Infine il marito e padre Giovanni, personaggio in grado di restare muto per intere scene e giocare con la sola mimica facciale.

In ?Signori si nasce? e noi??, I Legnanesi rendono omaggio?Tot?, il principe indiscusso della risata: la vicenda, infatti, racconta della fuga d?amore al Sud di Giovanni, invaghito di una nobildonna napoletana, e del tentativo di Mabilia di riappacificarlo con Teresa. Il tutto tra tarantelle, scenografie e citazioni della tradizione partenopea, a dimostrazione di quanto la comicit? del trio abbia ormai varcato i confini regionali per diventare fenomeno nazionale.

Fonte: Ufficio Stampa Mediaset

Author

Share